Annali del Lazio Meridionale

Appuntamenti

Annali del Lazio Meridionale

Annali del Lazio meridionale compie i 16 anni, producendo il n. 31-32 e sistemando il sito web, con la cura di Giovanni Mansillo e Massimiliano Di Fazio. Nel sito, per decisione del Comitato di redazione, pubblicheremo in tempo reale l’indice dei numeri appena pubblicati e, passati due anni, l’intero fascicolo edito. Nello stesso tempo il sito offrirà la possibilità non solo ai collaboratori della rivista ma ai lettori di interloquire, di dialogare, di comunicare su ogni aspetto della vita civile e culturale della zona di interesse, cioè il Lazio meridionale, ma – nella prospettiva di integrazione ed interazione – anche dell’intero territorio nazionale.

Vogliamo qui ricordare che ‘Annali’ nacque nel 2001 con il preciso intento di riempire ed animare uno spazio di studio e discussione che allora appariva vuoto e depresso, mentre la società tutta del Lazio meridionale operava forti balzi di progresso e modernizzazione, e mentre anche politicamente si sentiva il bisogno di ritrovare e discutere ed approfondire le radici storiche, i lasciti materiali e culturali che potevano aiutarci a comprendere il senso di quanto avveniva, di quanto potentemente si modificava e rinnovava. Collocandoci dunque in una precisa e sicura prospettiva di public history.

Proprio nelle pagine introduttive del primo numero così infatti elencavamo le finalità della rivista:

  • contribuire alla ricerca storica e al dibattito storiografico, in particolare sulla storia locale, che peraltro ci appare profondamente legata alla storia nazionale e generale… Organizzare, collateralmente all’attività editoriale, convegni di studio e attività di documentazione e ricerca, corsi di aggiornamento, etc., anche in collaborazione con Enti e associazioni;
  • approfondire e coordinare, presentare, diffondere le ricerche che sparsamente si conducono da parte dei cultori di storia;
  • contribuire ad elevare il livello della discussione anche politica, ritrovando nelle problematiche emergenti gli ancoraggi storici, fornendo alla gente e agli operatori culturali-sociali-politici (amministratori, insegnanti, dirigenti, etc.) i giusti orientamenti, i corretti supporti informativi, arricchendo le opportunità conoscitive di tutti;
  • contribuire a formare nella gente e negli operatori stessi una mentalità e un habitus storicistico e relativistico, dunque aperti ad ogni apporto valido; capaci di operare alla corretta conoscenza dei valori e degli orientamenti dei gruppi e dei popoli.

Il Direttore di Annali del Lazio meridionale
Antonio Di Fazio

Login